4 ott

BM vs Trenitalia

 
Stavolta voglio discostarmi un po’ dai soliti temi trattati dal blog ed entrare un po’ di più nel personale.
 
Mi sono rotto il cazzo di Trenitalia e di qualsiasi cosa inerente il trasporto pubblico.
 
Ebbene sì, anche i Brutti&Cattivi&Malefici Maghi Neri viaggiano e preferiscono intrufolarsi nella folla sfruttando i mezzi pubblici. Talvolta (no, okay, facciamo spesso sempre) però succedono dei piccoli imprevisti che ti fanno venir voglia di distruggere l’universo conosciuto, possibilmente mediante Ultima o qualche magia nera simile (tranne Meteor, quella è troppo inflazionata).
 
Leggi il resto… »

4 ott

Questo è un articolo senza parole. Sia perché io stesso sono senza parole, sia perché questi video che sto per presentarvi parlano da se.
 
Siore e siori, vi presento la campagna pubblicitaria sparata dalla Norton per la sua suite Internet Security 2011.
Buona visione.
 
Proteggi il tuo pollo dai Dokken (Accettato)
 
Proteggi il tuo pollo dai Dokken (Rifiutato)
 
Proteggi il tuo bruco da Kimbo Slice (Accettato)
 
Proteggi il tuo bruco da Kimbo Slice (Rifiutato)
 
Proteggi il tuo ventilatore da David Hasselhoff (Accettato)
 
Proteggi il tuo ventilatore da David Hasselhoff (Rifiutato)
 
Proteggi il tuo unicorno da Dolph Lundgren (Accettato)
 
Proteggi il tuo unicorno da Dolph Lundgren (Rifiutato)
 
 
(Si ringrazia Illidan -Illi su questo blog- per la segnalazione)

4 ott

 Dopo la chiusura meditativa degli ultimi anni, Nokia si è ripresa. Avrà seguito una terapia socio-cognitiva, un po’ di psicofarmaci, del buon sesso, si saranno messi a costruire aquiloni e correre su e giù per le lande finlandesi ridendo come idioti, o chessò io. In ogni caso, è finita la depressione che regnava in azienda. Ora è cominciata la rabbia.
 
Ebbene sì, i nokiettari si sono accorti che durante il loro fissarsi i lacci delle scarpe giorno e notte la concorrenza è andata avanti. Allora, dopo un buon caffè di primo mattino, si sono fatti un giro ricostituente su Wikipedia grazie alla quale hanno conosciuto Android -ma Google non era solo una casellina di testo e due tastini? Non c’è più religione!-, hanno visto l’iPhone -la mela luccicante di quei pc che non comprava nessuno- e con un giro su Youtube -AARGH! Google anche qui!!!- hanno potuto vedere come diavolo potesse mai funzionare st’arnese monotasto.
Leggi il resto… »

22 mar

 

Siore e siori buonasera!
E’ con estremo piacere che annuncio, anche a nome dell’irreperibile Algin un paio di novità per questo blog, per la vostra morte gioia!
Partiamo con la cosa più semplice: ogni settimana, in un giorno ancora da definire, troverete la prima di (speriamo) molte rubriche “a tema”. Quella che inizierà tra pochi giorni sarà curata da me medesimo e si chiamerà “La Top 10 del Mago Malefico™“: una classifica settimanale che illustrerà il mio modesto parere su svariati temi (in maniera moooooooooolto ironica).

 

Arriviamo quindi alla gustosa portata principale: da questa settimana, dopo qualche sperimentazione, troverete l’esclusiva Radio Bourbusters! Una radio web curata da noi due pazzoidi, che avrà come naturale estensione il relativo podcast che metteremo a disposizione qui sul blog.
Insomma, se vi interessa quello che scriviamo (e pure se non vi interessa), continuateci a seguire!

18 mar

 

Okay, okay, okay. Lo so cosa state pensando (a proposito, chi sta leggendo? Passate a salutarci nei commenti!): “siete il classico blog di boxari (fanboy della Xbox 360, ndBME) frustrati!”. E potrei pure darvi ragione: in un mese, due articoli di fila contro i prodotti di mammà Sony. Però dai, sinceramente, non è colpa nostra se la casa giapponese sta facendo ridere i polli.

 

Prima la PSPgo: interessante come concept, disastrosa nella realizzazione (come il buon Algin ha sottolineato nel post precedente). Poi c’è stato il bug del presunto 29 febbraio 2010 nel firmware delle Playstation 3 “fat” (una sorta di “millennium bug” con dieci anni di ritardo, roba che i programmatori usciti dal peggior industriale del Burundi sarebbero riusciti ad evitare). Ora, per fortuna, i geniacci della sezione R&D (ricerca e sviluppo) hanno messo a punto una nuova periferica che promette di stravolgere la concezione stessa di videogioco! Ah, già, dimenticavo di dirvi che la Nintendo ci è arrivata tipo 4 anni fa.

Leggi il resto… »

24 feb

we cracked the pspgo

“[...]We wanted to find a way to give the consumers what they want, so if they didn’t want to go to a retailer they could stay at home and download [games and content]. And we were hoping really to eliminate the piracy issue. Did the PSPgo confuse [consumers]? Yeah, I think the higher price point didn’t help matters any either, so we’re going back and re-communicating, and I’m sitting here looking at multiple decks on what we’re going to do this year. You’ll see a lot of things coming out from us to better educate and inform the consumer.”

 

Traduzione:

“[...]Abbiamo cercato di andare incontro ai consumatori, permettendo loro di ottenere giochi e contenuti senza dover necessariamente andare dal rivenditore, ma stando tranquillamente a casa, in tal modo speravamo di eliminare il fattore pirateria. Se la PSPgo ha confuso i clienti? Si, penso che il prezzo troppo alto non abbia aiutato la questione. Stiamo cercando di fare un passo indietro, valutando le varie strade che intraprenderemo quest’anno. Cercheremo comunque di migliorare le informazioni per il consumatore. “


(Rob Dyer, Vice Presidente Senior Pubbliche Relazioni SCEA)
Da
IndustryGamers

 
 
Dopo poco più di cinque anni di politica altalenante riguardo il settore PSP da parte della Sony, possiamo finalmente assistere ad un piccolo “esame di coscienza” da parte degli alti ranghi. O forse semplicemente del settore marketing e pubblicità. Poco importa. Ciò che conta, in questo caso, è la speranza che a seguito della dichiarazione di Dyer si verifichino effettivamente dei cambiamenti sulla politica dei prezzi e, soprattutto, nel trattamento della lineup dei titoli. Sono i giochi che fanno una console, da sola non basta. Non serve produrre un aggeggio che fa pure il caffè spacciandolo per console per videogiochi, quando il comparto videoludico pare essere praticamente una caratteristica poco rilevante nell’insieme.
 
Tutto sommato, la PSPgo, oltre ad essere tutt’ora un mezzo flop (mezzo?), è anche una mezza truffa (mezza?), ed è pure stata boicottata da grandi distributori in vari continenti, per via dei profitti sui titoli che sarebbero venuti certamente a mancare (vedi Mediamarket, EB Games, ShopTo e Nedgame). Essendo sprovvista di lettore UMD, tutti i titoli che un normale giocatore ha lì, belli, sullo scaffale, non valgono una ceppa, perché oramai si comprano e si scaricano direttamente dallo Store. Il lato interessante della questione è che se si possiede un titolo originale non si può riscaricarlo gratuitamente, dunque va di nuovo acquistato, con lo stesso prezzo, tra l’altro, di un UMD “boxed”.
Santo cielo, che puzza di bruciato.

22 feb

Scenetta

“Pirate Bay chiuso? Ma come?” mi chiedevo giusto l’altra sera. Non sono un habituè del portale, ma la questione mi ha alquanto infastidito. Infatti, a seguito del passaparola telematico avvenuto per via delle controversie che il sito ha generato un po’ in tutta Europa, i burocrati italiani si sono “sentiti in dovere” di far qualcosa per non sfigurare davanti agli altri popoli (e la vicenda non può che risultare un palliativo, in tal caso).
 
Ufficialmente l’ordinanza arriva dalla Cassazione -n. 49437/09-, che ha trattato il caso con la classica ipocrisia e superficialità riservata a certi argomenti, così la GdF ha “tranciato i cavi” al sito e ai suoi vari domini basati in un certo senso sul principio opendns, ovvero quelli creati per evadere temporaneamente il blocco. Inutile dire che la cosa ha scatenato un vero putiferio nella rete.

Leggi il resto… »

20 feb

Scenetta simpatica

Champagne o Bourbon?

Salute a tutti, Messeri e Devočke,
apro questo articolo per ufficializzare ufficialmente l’ufficiale apertura del blog dei Bourbusters (inutile dire che qui stiamo stappando sciampagna per un reggimento)!  Questi files hanno richiesto un po’ di gestazione -e tanta pazienza da parte del buon Black Mage, visto che quello che aggiustava io lo rompevo nell’ebbro, ma innocente, tentativo di migliorarlo-, ma ce l’abbiamo fatta. Come potete notare il sito è ancora, diciamo, in beta, comunque sia crescerà, non temete. Il nostro obiettivo è di scrivere quantomeno due articoli a settimana, impegni permettendo, quindi seguiteci e siateci fedeli!

- Algin


Era ora che si partisse, cacchio! Questo blog era nelle nostre malvagie menti già da un po’, ci abbiamo messo un po’ di tempo per realizzarlo a dovere (abbiamo preferito qualcosa di più “modificabile” rispetto ai triti e ritriti Blogspot e Splinder) ma ora siamo pronti a distruggere il mon rendervi partecipi delle nostre scorribande psichiche. Cosa troverete qui dentro? Ampi pensieri e riflessioni sulle nostre passioni, ovvero musica, tecnologia (e videogiochi in particolare), nonché indicazioni su come distruggere il mondo. Trovo che presentare noi due sia superfluo, perchè – suvvia, siamo realisti – morirete prima di finire di leggere questo articolo se state leggendo queste righe molto probabilmente già conoscete almeno uno di noi due. E se invece siete arrivati qui passando da altri lidi, vi attaccate al tram imparerete a conoscerci mediante le nostre parole. Insomma, quello che c’è da dire è stato detto: mi raccomando, stay dead tuned!

- The Really Really Evil Black Mage Evilwizardington

6 feb

Ebbene, il sito è up. Eseguiremo qualche test nucleare per verificare le potenzialità del sistema. No, niente pasta termoconduttiva al plutonio…solo qualche ritocchino al codice WordPress. Stay tuned.

Abbiamo parlato di…


 


Login